Viaggio nella storia dell’auto con il maxicamper della VW

Viaggio nella storia dell’auto con il maxicamper della VW

A CACCIA DI MUSEI. Partire dall’Italia – ovviamente su strada – e salire fino in Scandinavia, poi tornare verso sud fermandosi per visitare e raccontare alcuni dei musei automobilistici “di marca” più belli e importanti d’Europa: l’obiettivo iniziale era questo e l’abbiamo raggiunto. Certo ci sarebbe piaciuto dettagliare un’impresa epica, densa di rischi e di momenti difficili, ma – purtroppo per chi legge e per fortuna per noi – così non è stato, perché per il viaggio ci siamo affidati a un Volkswagen Grand California 600, cioè il veicolo ricreazionale più ampio, comodo e versatile del marchio tedesco, nonché fratello maggiore del più conosciuto California.

vw-grand-california-1PER CAMPEGGIATORI CHE AMANO LA VITA COMODA. Il Grand California è basato sulla piattaforma del Crafter ed è dotato quasi degli stessi confort di un miniappartamento, perché al suo interno c’è anche un locale toilette con illuminazione automatica, WC, doccia, lavello a scomparsa e armadietti. E questo lo rende adatto anche a un pubblico più maturo e esigente rispetto a quello che, mediamente, aspira alla vita in campeggio. Già a un primo sguardo si colgono i vantaggi della stretta derivazione dal commerciale Crafter, del quale il Grand California riprende la scocca e le porte della zona posteriore: quella scorrevole sul lato destro e le due posteriori, a battente, che danno accesso al vano di carico. In questo modo si sfrutta al meglio la struttura originale del furgone, compresa la maggior robustezza e resistenza degli sportelli. Il tetto superalto (H3) del Crafter è stato inoltre riprogettato per adattarsi meglio alla vera missione del Grand California che, infatti, permette quasi a chiunque di stare in piedi all’interno grazie a un’altezza da 2,18 a 2,20 metri.

CI SI DORME IN QUATTRO. I posti letto sono quattro, distribuiti su due letti matrimoniali: uno nella zona posteriore (lungo 1,93 metri e largo 1,36), di fatto sopra il vano di carico, e uno (più adatto a uno o due ragazzini e in grado di reggere fino a 150 kg) sopra la cabina di guida. Si tratta in questo caso di un letto parzialmente estraibile (largo 1,22 metri e lungo fino a 1,90) con rete a doghe e raggiungibile con una raffinata scaletta pieghevole in alluminio. Ma tutti i dettagli del Grand California sono molto curati e ne fanno un maxicamper premium, come dimostrano anche i materassi da 80 mm di spessore con struttura a piastre elastiche, sollevabile lateralmente, per quanto riguarda il letto posteriore, per accedere al vano di carico anche dall’interno.

vw-grand-california-13RICHIAMI NAUTICI. La zona giorno del Grand California si ispira al mondo della nautica da diporto. Il layout essenziale, il design limpido e le soluzioni di dettaglio studiate con la massima cura, come su una barca a vela, sottolineano le caratteristiche che già hanno fatto del California, quello più piccolo realizzato su base Transporter, un vero bestseller. Sul Grand California tutti gli armadietti sono bianchi, anche quelli superiori, sei dei quali si aprono verso l’alto e cinque verso il basso. E anche il pavimento in PVC chiaro in look simil-teak, elegante e resistente, ricorda il rivestimento delle barche a vela e si armonizza perfettamente con il resto degli interni. Oltre alla cucina e allo bagno, che è più spazioso di quello che si potrebbe pensare, nella dotazione di serie ci sono l’illuminazione esterna sopra la porta scorrevole e un attacco posteriore per collegare una doccia esterna (con temperatura dell’acqua regolabile).

PRESE A 230 V E HOTSPOT WI-FI. La porta scorrevole è dotata di una zanzariera a compasso che si apre in due parti sulla porta scorrevole, mentre i finestrini laterali anteriori prevedono scuri con fissaggio a magnete. Nella zona della dinette centrale e di quella posteriore tutti i finestrini sono apribili a compasso verso l’alto e dotati sia di scuri, sia di zanzariere con movimento scorrevole in senso verticale. Sei interfacce USB e USB-C nella zona giorno e nella zona notte, come pure all’esterno (accessibili con la porta scorrevole aperta), assicurano la ricarica agevole di smartphone e tablet, mentre quattro prese di corrente da 230 V – nel vano portaoggetti posteriore (1), nella cucina (2) e nella zona giorno (1) – consentono di alimentare dispositivi elettrici di qualunque tipo. Tutte le principali funzioni specifiche del Grand California possono essere monitorate dalla zona soggiorno grazie a un pannello di controllo centrale accanto all’ingresso del bagno. E naturalmente non manca l’hotspot wi-fi.

vw-grand-california-14SI MANGIA DENTRO E FUORI. Il Grand California è attrezzato per consentire di consumare i pasti sia all’interno, sia all’esterno. Nel primo caso, una dinette può essere allestita rapidamente ruotando di 180° i sedili anteriori e fissando un tavolino mobile davanti al divanetto a due posti (con fissaggi Isofix). In questo modo si crea una situazione conviviale per quattro persone. Nel secondo caso possono essere estratti dalle apposite tasche sulle porte posteriori un tavolo e due sedie pieghevoli con struttura leggera in alluminio per pasteggiare all’aria aperta o per trascorrere momenti di relax. E il blocco cucina (largo 400 mm, 980 mm e alto 880 mm) è completato da un doppio piano estraibile. Ma durante il nostro viaggio a caccia di musei non l’abbiamo mai usato, perché per velocizzare gli spostamenti abbiamo approfittato di autogrill o fast-food, quindi anche il frigorifero (da 70 litri con congelatore) e i fornelli (a due fuochi) sono rimasti inutilizzati, nonostante le rispettive prestazioni di assoluto valore.

vw-grand-california-3UN TURBODIESEL CHE SPINGE BENE. Il Grand California monta un 2.000 turbodiesel da 177 CV abbinato a una cambio automatico a 8 marce. Sugli esemplari venduti in Italia la trazione è anteriore ma su altri mercati è disponibile anche la trazione integrale 4Motion. La “nostra” casa su quattro ruote si è dimostrata confortevole, silenziosa, sicura e rilassante grazie anche ad alcune funzioni di guida assistita come il cruise control adattativo con ripartenza e mantenimento della distanza di sicurezza e il monitoraggio degli angoli ciechi dei retrovisori esterni. Diciamo pure che sono alla portata di tutti anche tappe da quasi 1000 km, come quella che, in fase di ritorno, ci ha portato da Oslo al nord della Germania. Dove è possibile il maxicamper Volkswagen raggiunge i 160 km/h, ma se lo si guida con accortezza, mantenendo i 100 km/h di velocità di crociera (70-80 km/h in Norvegia, dove praticamente non ci sono autostrade) si riescono a percorrere anche 11/12 km con un litro di gasolio, il che rappresenta un buon risultato, tenuto conto della superficie frontale molto ampia, del peso (25 quintali circa a vuoto) e degli assorbimenti della trasmissione automatica.

vw-grand-california-15NON È REGALATO. A conti fatti il Grand California si è rivelato un “gran mezzo”, anche se non possiamo non ricordare che il camper per sua natura è un luogo dagli spazi ristretti, come una barca. Quindi, perché viaggi e vacanze siano memorabili occorre spirito di squadra. Il prezzo, ovviamente, è adeguato ai contenuti. La versione 600 del nostro tour, che è lunga 5,98 metri, ha un prezzo base di 63.670 euro, optional esclusi. Ma la loro incidenza sul listino finale non da sottovalutare: per esempio, la verniciatura bicolore costa 3063 euro, il letto in mansarda con finestrone frontale 2854 euro e per il kit per l’esterno, composto da due sedile pieghevoli e dal tavolinetto ripiegabile, ne servono altri 496 euro. Per il più lungo e abitabile 680 (6,80 metri), che utilizza la stessa meccanica, invece servono almeno 66.020 euro.
A questo punto rimanete collegati, perché vi racconteremo anche dei musei che abbiamo visitato, cominciando dal Volvo Museum, per poi passare al Saab Car Museum.

CONDIVIDI SU

Lascia un commento

INCENTIVE
VIDEO
ALTRI VIDEO