Aston Martin: il futuro in formato V6 (e ibrido)

Aston Martin: il futuro in formato V6 (e ibrido)

Il futuro dell’Aston Martin è a sei cilindri. Dopo aver annunciato che la prossima supercar a motore centrale, la Valhalla, sarà spinta da un inedito V6 sovralimentato, oggi si scoprono alcuni dettagli in più su questo nuovo propulsore sviluppato da zero dall’Aston Martin e che andrà ad equipaggiare molte delle future sportive della casa di Gaydon. Il V6 è stato infatti concepito per soddisfare le sempre più stringenti normative antinquinamento che verranno introdotte nei prossimi anni.

new-aston-martin-v6-engine-4-jpg.

TURBO E IBRIDO. Si tratta un sei cilindri a V da tre litri di cilindrata, dal peso di circa 200 kg, molto compatto grazie alla configurazione ‘hot V’ ovvero con le due turbine posizionate tra le due bancate dei cilindri. A seconda delle future applicazioni e della potenza desiderata il nuovo V6 sarà sempre abbinato a diversi sistemi ibridi. Nel caso della Aston Martin Valhalla l’unità elettrica sarà sviluppata in partnership con la Red Bull Advanced Technologies, già impegnata con la casa di Gaydon nella hypercar Valkyrie.

new-aston-martin-v6-engine-8-jpg.

  • new-aston-martin-v6-engine-1-jpg.
  • new-aston-martin-v6-engine-4-jpg.
  • new-aston-martin-v6-engine-2-jpg.
  • new-aston-martin-v6-engine-5-jpg.
  • new-aston-martin-v6-engine-3-jpg.
  • new-aston-martin-v6-engine-7-jpg.
  • new-aston-martin-v6-engine-6-jpg.
  • new-aston-martin-v6-engine-8-jpg.
  • new-aston-martin-v6-engine-9-jpg.
  • new-aston-martin-v6-engine-10-jpg.
CONDIVIDI SU

Lascia un commento

INCENTIVE
VIDEO
ALTRI VIDEO