Hankook airless i-Flex: il pneumatico senz’aria

Hankook airless i-Flex: il pneumatico senz’aria

Riduzione dei costi e dell’impatto ambientale. L’innovazione e il cambio di paradigma del settore automotive stanno spostando le attenzioni dei costruttori verso questi aspetti. Una rivoluzione della mobilità, che sta toccando oltre al motore e agli interni, tutti le componenti della vettura, come per esempio le gomme. E Hankook ne è una prova, la Casa coreana produttrice di pneumatici, ha realizzato in collaborazione con Hyundai il concept di una copertura senz’aria: l’airless i-Flex.

UNA NUOVA FRONTIERA. La pioniera in questo campo è stata la Michelin con Uptis, che in partnership con la GM ha costruito il prototipo della prossima frontiera degli pneumatici. Una nuova generazione di ruote che scavalca il principio della camera d’aria e del tubeless – gomme che necessitano della pressione dell’aria appunto. Ed ecco che al CES 2022 anche la Hankook debutta in questo campo, con un’idea simile a quella proposta dalla Casa dell’Omino, ma del tutto diversa dal punto di vista tecnologico.

Hankook-airless i-Flex-2

COME FUNZIONA? A differenza della Michelin che per il suo prototipo di pneumatico senza aria utilizzava un design a lamelle, la Hankook propone un sistema caratterizzato dal design biomimetico, ovvero un’architettura presa in prestito dal mondo della natura. Nel dettaglio l’Hankook airless i-Flex presenta un’ossatura interna simile all’organizzazione cellulare degli organismi, che vede inseriti elementi esagonali e tetragonali interlacciati tra loro. Le celle così disposte creano tre diverse fasce all’interno della gomma che determinano diversi livelli di rigidità e di resistenza al carico dello pneumatico.

CES2022_KV_Hyundai-PnD_Module_04

A GUIDA AUTONOMA. L’architettura a nido d’ape del concept di Hankook a tre livelli di tenacità promette manutenzione minima, sicurezza (non sono possibili forature), un buon assorbimento degli urti e apprezzate capacità di carico verticale. L’elemento esagonale viene ripreso anche per il disegno del battistrada (interrotto da un canale centrale), capace di garantire un buon livello di trazione in diverse situazioni e tipologie di terreno. Il prototipo portato al CES da Hankook ha una misura per cerchi da 10 pollici, con larghezza pari a 105 millimetri e un diametro di 400 millimetri: si tratta di una dimensione davvero piccola, al momento ideata non tanto per calzare su vere e proprie automobili, quanto per la MoT (mobility of things), concetto che prevede la mobilità di oggetti inanimati presenti in fabbrica o nelle proprie case. (Testo: Federico Giavardi)

CES2022MoT_ecosystem-Hyundai_02

CONDIVIDI SU

Lascia un commento

INCENTIVE
Le piccole Audi RS6 da collezione

Le piccole Audi RS6 da collezione

I due marchi francesi Ottomobile e GT Spirit hanno prodotto tutte le quattro serie delle “power wagon” di Ingolstadt, anche...

News
Gallery
VIDEO
ALTRI VIDEO