KTM X-Bow GTX: ha 530 cv per dominare i trackday

KTM X-Bow GTX: ha 530 cv per dominare i trackday

A tredici anni dalla presentazione della prima automobile, la KTM ha svelato l’erede della X-Bow. Si chiama X-Bow GTX: ha una carrozzeria chiusa e tanta potenza in più rispetto alla progenitrice. Al centro si trova infatti sempre un motore di derivazione Audi, ma questa volta il quattro cilindri ha lasciato spazio al cinque cilindri turbo a benzina: sì, lo stesso che monta l’Audi RS3; ma grazie a un nuovo impianto di scarico e aspirazione insieme a un’inedita valvole wastegate della turbina e una modifica all’iniezione eroga 530 cavalli e 650 Nm di coppia. Il propulsore è abbinato al cambio sequenziale della Holinger che serve da elemento portante per la sospensioni posteriori. 

KTM X-Bow GTX 4

DA CORSA. Sospensioni anch’esse derivate dal mondo delle competizioni: pushrod all’anteriore, utilizzano su tutte e quattro le ruote ammortizzatori da corsa Sachs regolabili e integrano un rapido sistema di modifica dell’angolo di camber. L’impianto frenante, ottimizzato per le lunghe sessioni in pista, usa dischi da 378 mm con pinze a sei pistoncini davanti e dichi da 355 con pinze a quattro pistoncini dietro. Una grande novità è rappresentata poi dalla servoassistenza dello sterzo, non più idraulica, ma elettrica: è più leggera e mette a disposizione del pilota tre diversi set-up tra cui scegliere al momento dell’acquisto della vettura. L’ABS e il controllo di trazione sono anch’essi configurabili a preferenza rispettivamente su dieci e otto livelli attraverso due comodi selettori sul volante. Quest’ultimo ha la corona rivestita in Alcantara e integra nella parte alta un display a colori dove si visualizza la velocità e tutte le informazioni relative alla vettura. Il cruscotto, insomma.

KTM X-Bow GTX 2

SOLO DUE CHILI PER CAVALLO. La KTM X-Bow GTX fa grande uso dei materiali compositi: la monoscocca e tutti i pannelli della carrozzeria sono realizzati in fibra di carbonio, lo stesso materiale utilizzato per i sedili a guscio, per un peso che ferma l’ago della bilancia ad appena 1048 kg per un rapporto peso potenza di soli 2 kg/cv. Ogni elemento della vettura è stato studiato per le massime prestazioni in pista e per essere pronto alle competizioni: la X-Bow GTX utilizza una gabbia di protezione omologata FIA, cinture di sicurezza a sei punti Schroth, serbatoio da 120 litri con valvola VLN e un sistema di sollevamento rapido ‘airjacks‘ per velocizzare il cambio della gomme nei pit-stop. La KTM X-Bow GTX arriverà il prossimo anno a un prezzo di partenza di 230mila euro più tasse.

KTM X-Bow GTX 3

 

  • KTM X-Bow GTX 1
  • KTM X-Bow GTX 2
  • KTM X-Bow GTX 3
  • KTM X-Bow GTX 4
CONDIVIDI SU

Lascia un commento

INCENTIVE
Iron Lynx e Dames: 14 Ferrari pronte al via

Iron Lynx e Dames: 14 Ferrari pronte al via

Dalla 24 Ore di Le Mans alla Ferrari Challenge, nel 2021 i due team italiani gareggeranno al volante di ben quattordici Ferrari,...

News
VIDEO
ALTRI VIDEO