McLaren Artura: una plug-in da 330 all’ora

McLaren Artura: una plug-in da 330 all’ora

Art and future, ovvero arte e futuro: due parole che gli uomini della McLaren hanno deciso di combinare per dare origine al nome della loro nuova supercar, Artura. Una denominazione completamente diversa dalle sigle alfanumeriche che fino a questo momento hanno contraddistinto le McLaren di serie (ad eccezione delle hypercar) e che sottolinea quanto di nuovo c’è sotto alla carrozzeria; già perchè l’Artura non è soltanto l’ultima supercar della McLaren, ma la prima della nuova era elettrificata del costruttore inglese, con due cilindri in meno e un pacco batterie in più.

McLaren-Artura-22

IL CUORE IBRIDO. Abbandonato il V8 biturbo – cuore di tutte le McLaren dalla MP4-12C alle più recenti 765LT e GT -, al centro dell’Artura troviamo un nuovo sei cilindri a V di 2993 cc, sovralimentato da due turbo compressori per 585 cv a 7500 giri e 585 Nm di coppia massima tra i 2250 e i 7000 giri. A questo è abbinata un’unità elettrica da 95 cv e 225 Nm per una potenza combinata di 680 cv e 720 Nm di coppia, tutti scaricati a terra dalle ruote posteriori attraverso un nuovo cambio robotizzato doppia frizione a otto rapporti. ‘Spulciando’ nella scheda tecnica i valori di accelerazione e velocità massima, ci suggeriscono che almeno in quanto a prestazioni, non ci sarà troppo da rimpiangere l’otto cilindri: all’Artura bastano infatti 3″ netti per passare da 0 a 100 km/h, 8″3 per raggiungere (sempre da fermi) i 2o0 all’ora, ai quali sommare altri 13″2 per toccare i 300 chilometri orari (21″5). La velocità massima è di 330 km/h.

McLaren-Artura-12

ATTENZIONE ALLA BILANCIA. Ad alimentare il motore elettrico è una batteria agli ioni di litio da 7,4 kWh che secondo la Casa permette di viaggiare fino a 30 chilometri in modalità 100 percento elettrica. La ricarica – oltre che per merito della frenata rigenerativa – avviene dalla presa di corrente: servono circa due ore e mezza per passare dallo 0 all’80 percento accingendo da un impianto elettrico domestico tradizionale. Il pacco batterie è posizionato in basso tra i sedili e il motore termico in un apposito spazio ricavato nella nuova monoscocca in carbonio MCLA. Ed è proprio grazie a questa nuovo telaio in materiale composito con telaietti in alluminio per le sospensioni anteriori, posteriori e la maggior parte dei pannelli della carrozzeria che hanno permesso agli uomini della McLaren di contenere il peso a secco della vettura al di sotto dei 1400 kg (1498 kg con tutti i liquidi e il pieno di benzina), nonostante una ‘zavorra’ da 130 kg del sistema ibrido.

McLaren-Artura-13

L’ARIA LA FA DA PADRONA. Caratterizzata da forme fluide e moderne, ‘scolpite’ in galleria del vento per la massima efficienza aerodinamica, la McLaren Artura reinterpreta e modernizza molti degli stilemi introdotti delle precedenti McLaren 570S e 720S. Nella parte anteriore il motivo del logo McLaren integra in un unico elemento visivo i proiettori a Led e le prese d’aria mentre al posteriore un grande elemento perforato che lascia dissipare tutto il calore del powertrain. Ancora: sulla fiancata possiamo notare le feritoie sui parafanghi anteriori per liberare i passaruota dall’aria turbolenta – migliorando così la tenuta e la stabilità dell’avantreno – e le imponenti prese d’aria degli intercooler appena dietro le portiere. L’abitacolo, come sempre, è nel segno della massima semplicità: nessun comando sul volante, ma due schermi, uno per il cruscotto uno touchscreen del sistema multimediale orientato verso il guidatore dal quale controllare tutte le funzioni della vettura.

McLaren-Artura-15

DA 231MILA EURO. Per passare da 100 km/h a 0 in soli 31 metri, la McLaren ha dotato l’Artura di un notevole impianto frenante carboceramico con dischi da 390 mm e pinze a sei pistoncini davanti e dischi da 380 mm con pinze a quattro pompanti dietro. A garantire il contatto a terra della supercar ci pensano invece i pneumatici Pirelli P-Zero di primo equipaggiamento dalle dimensioni (quasi) contenute per la questa tipologia di vettura: 235/35 R19 all’anteriore e 295/35 R20 al posteriore. La McLaren Artura è già ordinabile con prezzi a partire da 231mila euro. Inclusi nel prezzo sono cinque anni di garanzia (o fino a 75mila chilometri) per la vettura e sei anni (o sempre 75mila chilometri) per il sistema ibrido. Pur trattandosi di una veloce hypercar, l’Artura in Italia non è soggetta all’ecotassa grazie a un valore di emissione media (WLTP) di soli 129 grammi di CO2 per chilometro.

McLaren-Artura-8

  • McLaren-Artura-8
  • McLaren-Artura-1
  • McLaren-Artura-10
  • McLaren-Artura-9
  • McLaren-Artura-2
  • McLaren-Artura-14
  • McLaren-Artura-3
  • McLaren-Artura-15
  • McLaren-Artura-6
  • McLaren-Artura-11
  • McLaren-Artura-21
  • McLaren-Artura-12
  • McLaren-Artura-7
  • McLaren-Artura-22
  • McLaren-Artura-19
  • McLaren-Artura-13
  • McLaren-Artura-17
  • McLaren-Artura-16
  • McLaren-Artura-18
CONDIVIDI SU

Lascia un commento

INCENTIVE
Iron Lynx e Dames: 14 Ferrari pronte al via

Iron Lynx e Dames: 14 Ferrari pronte al via

Dalla 24 Ore di Le Mans alla Ferrari Challenge, nel 2021 i due team italiani gareggeranno al volante di ben quattordici Ferrari,...

News
VIDEO
ALTRI VIDEO