Pure ETCR: il turismo diventa elettrico

Pure ETCR: il turismo diventa elettrico

Se la Formula E ha portato l’elettrificazione nel mondo delle monoposto, grazie a Marcello Lotti, ex direttore del WTCC e presidente di WSC Group, da quest’anno anche il campionato turismo avrà avrà una controparte a corrente: si chiama Pure ETCR ed è la prima serie a portare sulla griglia di partenza vetture derivate dalla produzione, modificate per accogliere powertrain elettrico e inverter.  Le gare si terranno sia su circuiti cittadini che permanenti, utilizzando tutte le tecnologie digitali disponibili per offrire un format accattivante e interattivo. Un modo, secondo WSC Group il target, di attrarre non solo gli appassionati di sport motoristici ma anche quelli di nuove tecnologie.

Hyundai Veloster N ETCR 2

LA TECNOLOGIA. Secondo il famoso motto Race on Sunday, sell on Monday (corri la domenica, vendi il lunedì) il Pure ETCR vuole diventare la categoria motoristica di riferimento per la ricerca e lo sviluppo di tecnologie elettriche da applicare alle vetture stradali: il pacchetto tecnico di propulsione elettrica Pure ETCR, infatti, viene utilizzato su vetture di produzione non necessariamente nate con propulsione a emissioni zero. È costituito da un accumulatore e relativi moduli di controllo veicolo (VCM) prodotti dalla Williams Advanced Engineering, mentre il propulsore e la trasmissione sono prodotti dalla Magelec Propulsion. Si tratta di quattro motori M21Sx-x-19 MGU raffreddati a liquido per una potenza combinata di 680 cavalli e 960 Nm di coppia. Le loro dimensioni e modularità ne consentono il posizionamento trasversale sull’asse posteriore con due motori appaiati per ogni ruota. La trasmissione a due fasi a velocità singola Omni Gear F06V1-Z-19HXYY, al centro, ha ingranaggi elicoidali ad alta efficienza con due rapporti di riduzione – 5.67 e 6.00 – mentre la lubrificazione è sprovvista di pompa.

Pure ETCR motore Magelec

VELOCITÀ E BATTERIE. Le vetture hanno la trazione posteriore e pesano non meno di 1575 chilogrammi; percorrono lo 0-100 km/h in 3″2 e raggiungono una velocità massima di 270 km/h. Particolare lo studio per convogliare anteriormente i flussi d’aria necessari a raffreddare i radiatori di inverter e motori elettrici, nello spazio prima destinato al motore endotermico. La batteria da 450 kg di peso è posizionata tra gli assi ed occupa gran parte della piattaforma, ragion per cui il tunnel di alloggiamento dell’albero di trasmissione verrà eliminato. È composta da 6072 celle cilindriche agli ioni di litio suddivise in 23 pannelli, ciascuno con 264 celle in grado di fornire una potenza di picco di 500 kW e 300 kW di potenza continua con una capacità di 62 kWh. Può essere ricaricata in meno di un’ora dal 10 percento al 90 percento con 60 kWh. La batteria resiste a impatti di 50 G ed è isolata da una barriera contro la corrente elettromagnetica, mentre l’analisi termica CFD è stata eseguita sia a livello di singola cella che di accumulatore per definire le caratteristiche termiche necessarie ad ottimizzare raffreddamento ed efficienza.

Pure ETCR batteria Williams

I PARTECIPANTI. Per la prima stagione sono tre le vetture attese al via: sono la Hyundai Veloster N ETCR, la Cupra e-Racer (qui per saperne di più) e l’Alfa Romeo Giulia ETCR (qui per saperne di più) di Romeo Ferraris; più avanti sono attesi anche Shanghai Lisheng Racing del team NIO 333 di Formula E e JAS Motorsport con Honda. Rispetto al classico campionato turismo ‘termico’ cambia totalmente anche il format del weekend di gara: niente prove libere, qualifica e gara saranno praticamente insieme con partenza da fermi. Per facilitare il sorpasso i piloti avranno a disposizione il push-to-pass e il fightback per recuperare terreno, proprio come in Formula E. Si comincerà con prima, seconda e terza battle dove 18 piloti suddivisi s’affronteranno a gruppi di tre secondo un tabellone stabilito. Si arriverà poi alle tre finali – con percorrenza raddoppiata – che determineranno il vincitore dell’evento.

Pure ETCR Format

RICARICA RAPIDA. Dopo ogni manche, le vetture verranno portate alla stazione di energia Enel X, al centro del paddock. Qui riceveranno una ricarica rapida in corrente continua con caricatore a connettore singolo da 60 kW oppure caricatore a connettore doppio con due uscite da 60 kW. I caricatori, integrati in apposite colonnine su ruote, saranno trasportabili e in grado di ricaricare le vetture ETCR in meno di un’ora. L’energia elettrica in corrente continua verrà prodotta da generatori a cella a combustibile, alimentati ad idrogeno.

CUPRA-e-Racer_02_HQ

LO STESSO TRENO DI GOMME. Con vetture tanto potenti e un format basato su manche brevi anche gli pneumatici dovranno presentare caratteristiche inedite. Il Pure ETCR ha commissionato a Goodyear uno pneumatico specifico che dovrà abbinare alle tradizionali caratteristiche delle coperture da corsa (una su tutte l’elevata aderenza) tempi di riscaldamento molto più rapidi e una resistenza al rotolamento più bassa per aumentare autonomia ed efficienza. Inoltre il disegno del battistrada permetterà ai piloti di utilizzare gli stessi pneumatici in condizioni di asciutto e bagnato, riducendo il numero di coperture da portare ad ogni evento. (Testo: Alberto Spriano)

1. Goodyear ETCR gomma

Calendario PURE ETCR 2020 (ovviamente non definitivo, a causa dell’emergenza Coronavirus in corso)

Il Pure ETCR partirà dall’Europa, per poi arrivare in Asia e infine in Nord America.

24/26 luglio – Salisburgo, Austria

01/02 agosto – Copenaghen, Danimarca

16/18 ottobre – Inje Speedium, Corea del Sud

XX novembre – Guangdong, Cina

30/31 gennaio 2021 – 24 Ore di Daytona, USA

  • 1. Pure ETCR A
  • Hyundai Veloster N ETCR
  • Pure ETCR batteria Williams
  • Pure ETCR motore Magelec
  • Hyundai Veloster N ETCR 1
  • Hyundai Veloster N ETCR 2
  • 1. Goodyear ETCR gomma
  • Pure ETCR Format
  • CUPRA-e-Racer_03_HQ
  • CUPRA-e-Racer_10_HQ
  • CUPRA-e-Racer_06_HQ
  • CUPRA-e-Racer_02_HQ
  • CUPRA-e-Racer_08_HQ
  • ETCR-2-980x551 (1)
CONDIVIDI SU

Lascia un commento

INCENTIVE
VIDEO
ALTRI VIDEO