Ali di gabbiano: le altre ‘Gullwing’

Ali di gabbiano: le altre ‘Gullwing’

Abbiamo recentemente parlato della Lamborghini Marzal introducendo l’affascinante tema della sportiva con carrozzeria Gullwing, argomento che nella storia dell’automobile ha raggiunto prestazioni davvero maiuscole. Gullwing, del resto è soprattutto la Mercedes 300 SL (W194 e W198). Vi presentiamo un piccolo vademecum delle ali di gabbiano regolarmente prodotte ma poco conosciute. L’appendice la dedichiamo alle kit car, una nicchia di modelli realizzati su base Vw Maggiolino. Attenzione: salteremo a piè pari Mercedes – Benz.

Mercedes-Benz SL, 300 SL Coupé "Flügeltürer" (1954 - 1957)Mercedes-Benz SL, 300 SL "Gullwing" (1954 - 1957)

BRICKLIN SV1. L’americano Malcolm Bricklin si era arricchito con una catena di negozi di elettrodomestici e la fondazione di Subaru USA. Bricklin potè allora dedicarsi a un nuovo progetto: costruire un’auto sportiva con il suo nome. Ottenne dal Governo del New Brunswick canadese cospicui finanziamenti per la costruzione degli stabilimenti: questo avrebbe dato un importante contributo contro la disoccupazione dello Stato. Nacque il progetto SV1 (Safety Vehicle One), una sportiva innanzitutto ‘sicura’. Aveva una struttura perimetrale in tubi d’acciaio che circondava l’area del passeggero e una gabbia roll-bar integrata. Coda e frontale erano protetti da vistosi paraurti ad assorbimento. La carrozzeria in fibra di vetro spiccava per le porte ad ala di gabbiano con apertura idraulica. L’SV1 montava un V8 AMC da circa 5,7 litri (poi rimpiazzato da un V8 Ford). Gli elevati costi di produzione costrinsero a un prezzo di vendita molto elevato. Tra il ’74 e il ’76 furono prodotti circa 2900 esemplari prima del fallimento.

bricklin_sv1_veloce_5

DELOREAN DMC-12. Il geniale John Delorean fece una grande carriera professionale che lo portò fino ai vertici della General Motors. Nel ’73 uscì dall’azienda con il sogno di fondare un proprio marchio e produrre un’auto sportiva molto emozionale, sicura e che avesse tanto fascino e un’immagine convincente. Delorean, insomma, guardava molto al marketing del prodotto (quando il marketing non c’era). Il prototipo della Delorean DMC-12 fu presentato nel ’76: V6 centrale da 2,9 litri, porte ad ali di gabbiano, 130 cv, carrozzeria in acciaio non verniciata. Nel ’78 Delorean ricevette la proposta del Governo britannico di produrre la DMC-12 in Irlanda del Nord. La produzione iniziò nell’81 e si concluse dopo circa seimila esemplari, molto sotto le aspettative: la qualità non era all’altezza e la congiuntura non aiutò. Aggiungiamoci che DeLorean stesso fu accusato di traffico di droga e dovette subire un logorante processo.

Delorean_DMC12_veloce

SUZUKI CARA/AUTOZAM AZ-1. Nella seconda parte degli Anni ’80 il Giappone conobbe una congiuntura favorevole che spinse la ripartenza dei consumi. Sul fronte automobilistico si produsse un incremento delle vendite, specie nella categoria delle keicar, vetture piccole, sfiziose, economiche, facili da assicurare. Nel 1985 Suzuki creò a il prototipo RS1, una mini sportiva con motore centrale ‘milletre’. Fu ben più di un semplice tentativo: era un’auto pronta alla produzione ma. Ma non ottenne il semaforo verde. Il progetto si concretizzò diversamente: dalla joint venture tra Mazda e la stessa Suzuki nacquero la Cara e la AutoZam AZ-1, due vere supercar in miniatura accomunate da un piccolo 3 cilindri turbo bialbero di 660 cc, 64 cavalli, passo di 223 cm. Naturalmente il fascino di questi oggettini al massimo della sfiziosità era la configurazione Gullwing delle porte. Tra il ’93 e il ’95 furono prodotte circa 750 Suzuki Cara e quasi 4.400 Autozam AZ-1.

Autozam_mazda_AZ-1veloce_1

KIT CAR. Non possiamo non dedicare l’appendice di questo articolo alle kit car, automobili speciali risultato dalla meccanica semplice come quella di una Volkswagen Maggiolino e carrozzeria in vetroresina contraddistinta, in questo caso dalla suggestiva apertura ad ali di gabbiano e prodotte in America tra gli Anni ’60 e i primi Anni ’80.
 Verso la fine degli Anni ’60 David Bradley Fuller e Gary Curneya aprirono a Plymouth, Minnesota, il Gary Bug’s Shop. Vendevano vari kit per la trasformazione del Maggiolino in dune buggy. Nel 1971 il business si allargò alla Bradley GT, una kit car che trasformava l’utilitaria Volkswagen in un’aggressiva (ma molto economica) coupé gullwing. Veniva venduta con vari livelli di finizione, fino alla vettura completa. Negli anni successivi si avvicendarono vari modelli: GT, GT II (anche in versione elettrica) e Scorpion. Verso la fine degli Anni ’70, nonostante un ottimo bilancio, i due soci si divisero, dando inizio a molti problemi. La società dichiarò fallimento nel 1981.

bradley_gt_veloce_7

La Fibre Craft di Cupertino, California, produsse la Aquila: telaio Maggiolino, design ispirato alla BMW M1, fari anteriori retrattili, porte ad ali di gabbiano. A richiesta era possibile avere una motorizzazione elettrica.
A Cokato, Minnesota, operava l’Elite Enterprises. Sopra la meccanica di un Maggiolino (telaio e motore) veniva montata (liberamente modificata) la carrozzeria della Porsche 917. Ma non solo. Mantenendo il telaio Elite, volendo, installava anche un possente 8 cilindri di provenienza Chevrolet. Ignoto il numero dei kit prodotti. Infine proponeva la 49er, un compatto cubo con le ruote (ancora su telaio Beetle) e sopra una sconcertante carrozzeria con portiere tipo Gullwing.

Fibre_Craft_Aquila_Veloce

Nella metà degli Anni 60 la Pegasus Design di Arlington County, Virginia, creò la March Hare. All’epoca Fu descritto come uno dei kit per Beetle più robusti e resistenti grazie a una resina strutturale estremamente solida.

Pegasus_design_March_hare_veloce_2

Ulteriori proposte sul tema arrivarono da altre aziende specializzate. Tra queste le britanniche Eagle Cars (Eagle SS), Nova Cars, Sterling Cars (Cimbria, Eagle, Viper, Nereia ecc.) e l’americana Fiberfab, che proponeva vari kit di conversione come la Aztec 7, una gullwing che poteva essere equipaggiata con un V6 turbo.

sterling_cars_cimbria_gullwing_veloce

  • autozam_az-1_7
  • Autozam_mazda_AZ-1veloce_1
  • Autozam_mazda_AZ-1veloce_4
  • bradley_gt_veloce_4
  • bradley_gt_veloce_5
  • bradley_gt_veloce_6
  • bradley_gt_veloce_7
  • bricklin_sv-1_8
  • bricklin_sv-1_23
  • bricklin_sv1_veloce_5
  • Delorean_DMC12_veloce
  • Elite_enterprises_laser-917_gullwing_veloce
  • Fibre_Craft_Aquila_Veloce
  • Pegasus_design_March_hare_veloce_1
  • Pegasus_design_March_hare_veloce_2
  • Pegasus_design_March_hare_veloce_3
  • sterling_cars_cimbria_gullwing_veloce
  • mercedes-300sl-gullwing
CONDIVIDI SU

Lascia un commento

INCENTIVE
VIDEO
ALTRI VIDEO